Cooperative ed educatrici

Chi Siamo

Seacoop società cooperativa sociale è attiva a Imola dal 1986.
Con circa 300 soci su un totale di circa 400 addetti, la Cooperativa oggi opera prevalentemente nel circondario di Imola e in Emilia Romagna, progettando ed erogando servizi rivolti all’infanzia, al sostegno scolastico, ai giovani, alle persone disabili, agli anziani e alle persone affette da disagio psichico.

Seacoop è nata per rispondere alle esigenze crescenti di servizi di cura professionale e incentrati sulla personalizzazione dell’intervento. La nostra visione è quella del miglioramento continuo e costantemente valutato, al fine di mantenere sempre alta la qualità dei nostri servizi, certificati dal 2002.

La Cooperativa Il Mosaico è nata nel dicembre 1998 ad Imola, pur operando già dal 1993 in qualità di Associazione.
L’organico della Cooperativa si compone di figure professionali qualificate che vantano una pluriennale esperienza nel campo dei servizi educativi e dell’animazione nonché di personale specializzato che si occupa di progettazione, organizzazione e gestione di biblioteche e musei, della progettazione e organizzazione di eventi culturale e di avvenimenti artistici e letterari (mostre, conferenze e incontri). La loro formazione culturale e professionale rende possibile l’elaborazione di progetti teorico-metodologico-pratici di tipo educativo, formativo e culturale.
Inoltre la Cooperativa, grazie alla sua attività sistematica nel campo dei servizi educativi, è in grado di fruire di un ricchissimo bagaglio di esperienze che la pongono nelle migliori condizioni per leggere e soddisfare i bisogni dell’utenza infantile ed adolescenziale sul piano culturale; a questa va associata la specifica competenza dei suoi operatori per ciò che concerne anche le esigenze culturali di profilo più alto, mirate ad un’utenza adulta.
Dal 2011 ha pubblicato in collaborazione con l’Editore Bacchilega di Imola libri per bambini.
Gestiosce attaulmente la libreria per ragazzi “Il Mosaico” di Imola.

Professioniste coinvolte

Anna Lucia Marino

Anna Lucia Marino

Educatrice - Seacoop

Educatrice specializzata nell”approccio cognitivo-comportamentale.
Lavora da molti anni presso l’UONPIA dell’AUSL di Imola. Partecipa alle valutazioni diagnostiche e funzionali di minori e adulti nell’Equipe Autismo.
Si occupa dei Trattamenti psicoeducativi e la costruzione di progetti individualizzati per minori e adulti con Autismo.
Coordina il Progetto Magicamente del DSM-DP dell’AUSL di Imola. Ha partecipato più volte come relatrice in corsi di formazione sugli aspetti cognitivo-comportamentale nella Sindrome Autistica..

Barbara Venturi

Barbara Venturi

Educatrice - Il Mosaico

Laureata in scienze naturali, educatrice, musicoterapista, operatrice olistica del suono, studia medicina tradizionale cinese. Attiva da molti anni nell’ambito culturale e educativo. Approfondisce il cognitivo-comportamentale e lo utilizza come educatrice e musicoterapista. Ha studiato pianoforte e canto. Ama e conosce la natura in tutte le sue forme e sfrutta le sue conoscenze nell’ambito lavorativo là dove natura, comunicazione e relazione diventano un tutt’uno.

Rita Calderara

Rita Calderara

Educatrice - Seacoop

Laureata come educatrice sociale e culturale, musicoterapista, operatrice olistica del suono, studia medicina tradizionale cinese. Ha studiato per anni pianoforte ed è polistrumentista. Lavora da diversi anni nell’ambito educativo con specifiche esperienze con l’autismo e altre sindromi con comportamenti dirompenti. Approfondisce l’approccio cognitivo-comportamentale e lo utilizza come musicoterapista. Appassionata di tutto ciò che riguarda il suono nelle sue potenzialità comunicative su diversi livelli: fisico, relazionale ed energetico.

TErapia Musicale

Il Progetto

Il progetto NOI nasce da una sinergia tra la cooperativa “Seacoop” e la cooperativa “Il Mosaico” di Imola.
Tutto è cominciato circa 10 anni fa da due musicoterapiste, Barbara e Rita che hanno iniziato a lavorare separatamente con bambini con diagnosi di autismo e/o comportamenti dirompenti. Fin da questo primo periodo è stato fondamentale il supporto e il sostegno, anche economico, del Gruppo Amici Insieme che ha sempre creduto nella validità di questo intervento musicoterapico sia nei confronti dei bambini che delle loro famiglie.
Fin dai primi momenti entrambe le musicoterapiste hanno intuito la necessità di collaborare con il servizio di neuropsichiatria infantile dell’Asl di Imola nella persona di Annalucia educatrice specializzata nel cognitivo comportamentale per creare progetti condivisi. E’ a questo punto che le 3 fondatrici Barbara, Rita e Annalucia hanno capito il potenziale del lavoro che stavano portando avanti insieme ma separate. L’amicizia e il desiderio di condividere una mission sono stati la molla che ha permesso di passare da tre individualità ad un progetto comune, il Progetto N.O.I., Nessun Ostacolo Insieme.

Il coinvolgimento della Banda Musicale della città di Imola che con grande entusiasmo e competenza ha subito abbracciato l’idea é stato di fondamentale importanza per dare ai bambini che partecipano al progetto la possibilità di entrare a far parte di un orchestra precostituita, la Formazione Juniores della Banda, e poter quindi esibirsi davanti ad un pubblico in occasione del saggio/concerto di fine anno.

Il progetto N.O.I. è un progetto di musicoterapia integrata all’approccio cognitivo comportamentale e di orchestra inclusiva.

Attraverso questo progetto si permette ai bambini e alle loro famiglie di uscire da uno stato di emarginazione riducendo le cause che lo hanno provocato.

Questo progetto permette:

  1. Di dare l’opportunità alle famiglie che ne prendono parte, di entrare in contatto tra di loro e condividere le difficoltà comuni legate al tipo di diagnosi dei loro figli e instaurare relazioni di amicizia
  2. Ai bambini protagonisti di imparare a piccoli passi a relazionarsi tra loro alzando lo sguardo per comunicare con l’altro
  3. Ai componenti della Formazione Juniores della banda Musicale di essere sensibilizzati su un tema, la disabilità, che spesso non conoscono e che li spaventa
  4. Agli educatori che affiancano le musicoterapiste durante le sedute e le prove, di conoscere le potenzialità della musica come canale di comunicazione
  5. Al pubblico di entrare in contatto con qualcosa di diverso e acquisire di conseguenza una nuova consapevolezza
  6. Alle musicoterapiaste di comprendere la forza della collaborazione che le ha portate ad avere il desiderio di continuare a spingersi sempre più lontano
  7. Alle istituzioni di comprendere il valore di questo nuovo approccio musicoterapico

L’inclusione in un gruppo di pari attraverso l’ausilio della musica come linguaggio universale e strumento di contenimento ha sviluppato situazioni di socialità e di esibizioni pubbliche che hanno aumentato la soddisfazione personale e aperto a nuovi orizzonti extrascolastici; inoltre l’individuazione degli interessi e delle competenze musicali del bambino possono fargli raggiungere nel tempo, la più ampia autonomia possibile.

Tutto ciò è possibile grazie all’organizzazione di un setting contenitivo e accogliente che identifichi il bambino, in una strutturazione accurata sia nell’organizzazione dei tempi, che nelle attività e negli spazi in modo tale da ridurre lo stress dato dagli imprevisti e dagli eventuali comportamenti problema.

Grazie alla relazione empatica che si crea attraverso la sintonizzazione con il bambino e la definizione delle mete da raggiungere si apre la possibilità di programmare e organizzare prove musicali all’interno di un’orchestra precostituita.